Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i nostri servizii. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto "Privacy Policy"


FASE FENOLOGICA: fioritura avanzata

La seconda quindicina del mese di maggio ha riservato notevoli sorprese per quanto concerne le condizioni metereologi che, infatti inaspettatamente nel periodo appena trascorso che va dal 16 al 31 maggio si sono verificate delle piogge sparse soprattutto nei rilievi di alta collina e zone montane Etnee nonché Ragusane e Siracusane; ciò ha comportato anche l’innalzamento dell’umidità nell’aria, mentre le temperature non hanno ancora avuto quell’impennata sperata rispetto al periodo stagionale. Le previsioni meteo continuano con l’instabilità anche nella prima settimana del mese di giugno; quindi la calda primavera si fa ancora attendere, comunque la fioritura si riscontra ovunque abbondante e nelle aree costiere più precoci e negli impianti in prossimità del mare, è prevalente la fase dell’allegagione; mi auspico un’annata ricca di produzione.

Situazione Fitopatologica

In questo periodo affrettarsi a collocare le trappole di monitoraggio per controllare la popolazione della tignola dell’olivo (prays oleae), che si sviluppa a carico delle foglie e dei fiori dell’ulivo senza provocare danni preoccupanti. Il monitoraggio di questa generazione (antofaga) è importante per intervenire sulla successiva, quella più dannosa che attaccherà le piccole olive (generazione carpofaga); programmando un eventuale intervento insetticida da effettuare ai primi del mese di luglio.

Scarica il bollettino completo