Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i nostri servizii. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto "Privacy Policy"

Periodo di riferimento ”16-31 Gennaio 2017"

FASE FENOLOGICA: “Riposo vegetativo"

La seconda quindicina del mese di gennaio è stata caratterizzata da un andamento climatico prettamente invernale, con piogge abbondanti e nei rilievi collinari anche a carattere nevoso; temperature al di sotto della media stagionale, inoltre si sono verificate delle gelate notturne in alcuni comprensori dell’Etna dei Comuni di Randazzo, Bronte , Adrano,Castiglione di Sicilia, Ragalna,Belpasso , area Calatina e dell’area montana del siracusano e ragusano.

Allo stato attuale le piante possono presentare sulla chioma lesioni sparse procurate a seguito delle precedenti operazioni di raccolta o degli eventi meteorologici avversi e quindi potenzialmente suscettibili alla ROGNA DELL’OLIVO ( avversità batterica favorita dalle insistenti piogge o raffiche di vento, che ne veicolano l’inoculo lungo i rametti) e all’OCCHIO DI PAVONE O CICLOCONIO, quest’ultima è una malattia fungina assai diffusa in tutte le zone olivicole e attacca soprattutto le foglie, sulle quali esplica la sua attività dannosa, al superamento della soglia d’intervento è necessario effettuare un trattamento con prodotti rameici( ossicloruro, poltiglia bordolese,idrossido).
Comunque tale patologia è stata ampliamente trattata nei bollettini precedenti. In questo periodo, l’attenzione deve essere rivolta a pratiche agricole che riducono i rischi di sviluppo di malattie i cui sintomi si evidenzieranno a partire dal periodo primaverile.

 

Scarica il bollettino completo