Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i nostri servizii. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto "Privacy Policy"


FASE FENOLOGICA:ingrossamento drupe

SITUAZIONE Fitopatologica

MOSCA DELL’OLIVO (Bactrocera oleae).Anche l’ultima quindicina del mese di Agosto è trascorsa con un andamento climatico all’insegna del bel tempo e del gran caldo. Tali condizioni climatiche sono sfavorevoli alla proliferazione della mosca olearia; infatti si sono registrate picchi di temperature prossime ai 40°C. e nessuna precipitazione; quindi temperature elevate unite ad una bassa umidità atmosferica, hanno impedito lo sviluppo e l’accrescimento delle larve della mosca che sono morte per disidratazione, ciò ha impedito il proliferarsi del parassita.

Infatti dal monitoraggio delle trappole al feromone, si continuano a registrare pochissime catture settimanali degli adulti ( dai tre/sei catture per trappola); ma bisogna rimanere sempre in allerta e vigili, soprattutto perché la campagna di produzione olivicola si presenta soddisfacente ma non abbondante, quindi la produzione di olive presente deve essere salvaguardata; inoltre per ottenere una buona qualità dell’olio bisogna difendersi anche dagli attacchi della mosca olearia ( Bactrocera oleae).

Vorrei fare presente ai tecnici che già alcune varietà di olive da olio nonché da mensa hanno raggiunto un grado di inolizione da risultare vulnerabili alle punture fertili della mosca; infatti l’annata in corso, si presenta anticipata come ingrossamento dei frutti, grazie anche alle piogge verificatesi alla fine del mese di maggio – inizio di giugno. Si ricorda che la larva sviluppa nella polpa scavando una galleria sino a raggiungere il nocciolo e dopo tre settimane matura un nuovo individuo adulto pronto a deporre altre uova danneggiando altre drupe.

Scarica il bollettino completo